Semi di meraviglia: il massaggio

ConTatto è bello: il massaggio del neonato

Qualche giorno fa ho conosciuto P., un bambino dell’asilo nel bosco di Ostia Antica.
Quando ci siamo congedati, gli ho chiesto se potevo baciarlo – con i bimbi della stessa età con cui sono abituata a giocare, so che è un periodo in cui sono restii a certe smancerie e rispetto il loro spazio personale.
P. mi dà il permesso, io lo bacio e lui taaaaaaack, mi piglia e mi abbraccia. Ma mi fa un abbraccio vero, non di quelli sociali un po’ a distanza a cui sono sempre più abituata. E io sto lì e me lo godo tutto questo abbraccio, mi ricarico le pile approfittando dell’energia bambinesca che mi trasmette e che mi fa venire in mente il film “il pianeta verde” (divertente film che illustra meglio di tanti documentari le vie dell’ecologia, l’importanza dell’empatia e tanto altro ancora).
Poi mi allontano e mi dico, “eh be’ certo, è un bimbo che è abituato al contatto fisico, ne fa meravigliosamente esperienza ogni giorno con gli altri bimbi e in famiglia”. Gli si insegna che naturalmente non sono smancerie ma è la linfa delle relazioni con l’altro.
Le parole chiave sono “ci è abituato” e “naturalmente”.
E così mi ricordo perché massaggiare e essere massaggiati siano per me una via maestra per una vita armonica e sana. Mi ricordo perché mi sono formata al massaggio in acqua e ora al massaggio del neonato.
Non che creda sia fondamentale fare un massaggio strutturato: accarezzare il bambino da quando è nato, permetterci il contatto pelle a pmano_mamma_bambinoelle, portarlo in fascia, stare fisicamente vicini vicini è quanto di più organico ci possa essere, lo sento nella carne come madre. Ma avevo voglia di un percorso più ampio e di conferme esterne per approfittare consapevolmente del contatto e forse alleviargli qualche doloretto, avere la certezza di farlo nel modo giusto e magari poterlo condividere con altre mamme e papà.
Un bambino che sa abbracciare sinceramente ha tutte le carte in regola per evitarsi tanti di quei complessi e blocchi che generano adulti con poca fiducia nell’altro, potenzialmente con difficoltà a lasciarsi andare, ad amare, ad essere semplicemente felici.

Qualche consiglio quindi per chi vuole condividere un momento di massaggio col proprio piccolo ma non sa da dove cominciare.
– La prima sacrosanta regola è: se il pupo (o la pupa) non vuole, non vuole, punto. Forse non è il momento giusto, forse semplicemente non gli piace. È un suo diritto e va rispettato. Non scoraggiatevi e ritentate in un altro momento.
– Non è la forza del gesto che conta, siate delicati. Soprattutto con i più piccoli, che il vostro massaggio sia una carezza.
– Assicuratevi di avere tempo. Spegnete TV e cellulari. Dedicatevi a voi due lasciando fuori il mondo. Una luce non aggressiva e una bella musica possono aiutare, come la scelta del posto dove massaggiare (preferibilmente sempre lo stesso), ma dipende davvero da voi. Per quanto mi riguarda mi sono spesso ritagliata dei piccoli spazietti di coccole sul fasciatoio e più lunghi in terra dopo il bagnetto.
– Assicuratevi di usare creme o oli adatti alla pelle di vostro figlio (l’olio di mandorle ad esempio, spesso consigliato, può non così raramente provocare reazioni su alcune pelli delicate) e testatele sempre in una piccola porzione di pelle per verificarne la tollerabilità. Personalmente utilizzo una crema fatta in casa con olio d’oliva (senza pesticidi), acqua di calce e cera d’api. È la stessa che uso contro le irritazioni del sederino.

Siete pronti?

1. Cominciate col carezzare con due mani tutto il corpo del bambino, dalla testa verso le mani, poi passando sotto le ascelle risalire sulle spalle e scendere fino ai piedi per poi risalire passando dall’interno coscia verso la testa. È una carezza di armonizzazione che potete fare come rito di inizio e come gesto finale per congedarvi dal piccolo. Tenete sempre una mano sul suo corpo, oltre che per la sicurezza, è anche per non dargli una spiacevole informazione di abbandono/interruzione della comunicazione non verbale. Poi ingrassatevi le mani con l’olio o la crema scelti e rifate per tre volte lo stesso movimento.

2. Posate una mano all’altezza dell’ombelico e con l’altra mano scorrete verso l’alto fino allo sterno. Ripetete tre volte.

3. Posate una mano sullo sterno e con l’altra scivolate verso l’ombelico. Ripetete tre volte.

4. Effettuate il movimento del sole e della luna. Con una mano fate dei cerchi in senso orario sulla sua pancia (il sole), con l’altra fate dei semicerchi (come una “U” rovesciata), sempre in senso orario (la luna). Ne risulta un movimento continuo su tutta la pancia che favorirebbe il transito intestinale e alleverebbe le colichette. Ripetere sei volte.

5. Alternando le due mani, carezzate il petto del vostro piccolo fino all’ombelico. Ripetete sei volte.

6. Piegate le gambe flesse sull’addome, le ginocchia unite, praticando una leggera pressione per tre secondi. Ripetere tre volte.

7.Contemporaneamente con le due mani, scendete dallo stomaco verso l’inguine. Ripetete tre volte.

8. Con la mano destra, fate scendere la mano destra sulla pancia fino al piede destro. Ripetete tre volte. Ripetete lo stesso movimento per tre volte con la mano sinistra dal ventre verso il piede sinistro.

9. Massaggiate il piedino destro facendo dei cerchietti al centro della pianta, poi delle linee sulla pianta in senso orizzontale, poi ai lati del piedino dal mignolino al tallone e dall’alluce al tallone. Prendete con due dita, come una pinza, una ad una le dita dei piedini, effettuando una pressione dalla parte dell’unghia e del polpastrello, poi ai lati del dito. Tirate leggermente il dito.
Ripetere la stessa sequenza sul piede sinistro.

10. Rifate un movimento globale di armonizzazione per ringraziare il vostro cucciolo del tempo prezioso trascorso insieme.

Se avete voglia di raccontarmi come è andata, mi farà moltissimo piacere.

 

 

2 risposte a "ConTatto è bello: il massaggio del neonato"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...