Libri meravigliosi

Il buco. Un libro sul sentimento della mancanza. Vuoti che diventano pieni.

Il buco è un libro colorato, visualmente frizzante, pieno di spazio per gli occhi dei bambini. Eppure parla di sofferenza. Quella sofferenza che a tutte le età proviamo quando ci sentiamo diversi, quando abbiamo perso qualcosa o qualcuno di importante, quando sentiamo un vuoto inspiegabile, una mancanza incolmabile. Non lo diciamo a nessuno, perché crediamo di essere noi il problema. Crediamo che sia questa sensazione, di per sé, IL problema, mentre essa ci appartiene, fa parte di noi, della nostra storia, della nostra personalità.

il buco6L’originalità del messaggio che trasmettono queste pagine è che per una volta non si invita a dimenticare, a cambiare strada, a lasciarsi andare al nostro bisogno di consolazione, magari cercando ricompense materiali o psicologiche. L’autrice, al contrario, ci invita ad entrare in contatto con questo senso di buco. Farcelo amico. Accoglierlo perché ci appartiene, come ogni altro sentimento.

Questa accettazione non solo renderà il buco più piccolo, ma sarà una fonte di creatività, un luogo dove ritrovare se stessi e riconoscersi. Amorevolmente.

Il buco è un libro diverso nei contenuti. Allegro nella forma. Un bel modo per abbordare questa tematica delicata con i nostri piccoli, e per ricordarci di avere cura delle nostre ferite, perché sono parte di noi.

Ancora un bell’album di Anna Llenas, già autrice del vendutissimo I colori delle emozioni, che fa breccia ed entra tra i miei libri preferiti per parlare ai bambini di emozioni e sentimenti.

4 risposte a "Il buco. Un libro sul sentimento della mancanza. Vuoti che diventano pieni."

  1. Bellissimo spunto questo libro,lo trovo perfetto per il percorso sull’empatia che sto preparando…tu che ne dici ?
    Di sicuro quando scriverò il.post riassuntivo dell’esperienza linkerò la tua fantastica recensione perché mi è stata di grande ispirazione…Grazie

    Piace a 1 persona

    1. Sì, buona idea! Non l’ho mai usato nei laboratori, sono curiosa di sapere come viene recepito dai bimbi. Io ho trovato interessanti spunti anche sui Quaderni di Filliozat. La mia recensione non è ancora pronta, ma su internet dovresti trovarli!

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...